Una torre alta un miglio

Si chiama The mile, il miglio, e sarà l’edificio più alto del mondo: un giardino verticale di oltre 1600 metri con piattaforme panoramiche, ristoranti e spa.

Immaginate di prendere il Central Park di New York, metterlo in verticale e arrotolarlo su se stesso. così descrive il suo ultimo progetto Carlo Ratti, uno degli architetti e designer italiani più noti del mondo, oggi alla guida del Sensable City Lab del Mit di Boston e dello studio Carlo Ratti Associati di Torino. Si chiama The mile ed è un edificio giardino alto un miglio, cioè 1609 metri, costituito da una struttura leggera larga 20 metri e tenuta insieme da una rete di cavi precompressi. Dalla base all’apice, l’edificio sarà ricoperto di vegetazione e abitato da centinaia di animali. Intorno alla struttura, capsule trasparenti, permetteranno ai visitatori di salire verso l’alto su un percorso a spirale a velocità diverse. All’interno sarà possibile, oltre a godere del panorama che cambia con la quota, cenare insieme agli amici, assistere a un concerto o persino rilassarsi in una spa.

Ma i più avventurosi potranno anche decidere di fare quattro passi percorrendo l’intera struttura a piedi. Una volta raggiunta la vetta, un osservatorio panoramico permetterà di esplorare il paesaggio a 360 gradi.

  • Sky Deck. Tappeti elastici, panorama a 360 gradi, percorso ad alta quota, caffè e ristorante;
  • Sky Way. Ascensore panoramico e capsule orbitanti che ospitano ristorante, sala riunioni, spa;
  • Sky Park. Il girardino verticale si sviluppa su tutta la struttura ospitando decine di specie animali e vegetali e rendendo possibili studi sulla biodiversità e attività di birdwatching.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *