Il fascino delle piante grasse

Le piante grasse, o succulente, sono piante affascinanti che riscuotono molto successo tra gli appassionati del genere, ma anche tra chi non ha uno spiccato pollice verde. Molti si dilettano a curarle, sistemarle in originali composizioni e le considerando parte integrante dell’arredamento di casa, per via delle loro forme originali e dei bellissimi colori dei loro fiori.

Per chi è alle prime armi con il giardinaggio, oppure ha uno spirito da pollice nero, le piante grasse sono perfette per iniziare. Sono le più semplici da coltivare, hanno bisogno di poche cure e, soprattutto, necessitano di poca acqua. Se fate parte della categoria di persone che si dimentica regolarmente di bagnare le piante, allora le piante grasse fanno al caso vostro.

Tra le piante grasse più apprezzate ci sono i cactus che, soprattutto nella versione in fiore, sono considerati perfetti per arredare casa con una nota di colore. Esistono diversi tipi di cactus che, a loro volta, producono diverse tipologie di fiori; con spine, rotondi o a forma cilindrica.

Alcune specie di cactus hanno dimensioni davvero imponenti e sono consigliati solo e soltanto se dentro casa avete tanto spazio. In caso contrario, meglio puntare su qualcosa di contenuto per non sacrificare una pianta bellissima che ha bisogno dello spazio vitale necessario per crescere e stare bene.

Poi esiste tutta un’ampia varietà di piante succulente, di diverse forme, altezza e dalle foglie con forme strane, stravaganti e originali. Alcune sono specie più rare, altre sono più gettonate e più semplici da gestire. Come sempre, a voi la scelta!

Qualsiasi sia la pianta grasse che sceglierete, la buona notizia è che la vostra pianta non avrà bisogno di molta acqua, soprattutto durante la stagione fredda. Quello che però non dovrà mai mancare è la luce, oltre a un ambiente confortevole che non scenda mai al di sotto dei 10 gradi.

Vediamo quali sono le specie di piante grasse più in voga per la casa.

Le cactacee sono piante grasse molto gettonate; tutti gli esemplari di questa specie riscuotono molto successo nei vivai e nei negozio specializzati, come il Cactus della foresta. La fioritura di queste piante è molto rigogliosa, ma in questo caso è necessaria qualche attenzione in più.

Per esempio, se scegliete questa specie dovreste sistemare la pianta in un luogo fresco. In inverno, niente annaffiatura, mentre invece quando il clima diventa mite potrete procedere con quantità d’acqua regolari (ma mai in quantità esagerate). E in estate, ricordatevi che questa specie di piante grasse preferisce l’ombra.

Se parliamo di piante grasse, il cactus è la prima varietà che ci viene in mente, ma in realtà esistono delle differenze sostanziali. Ci sono piante grasse più forti che resistono anche alle temperature più basse e altre che invece sono più delicate. Ogni specie, invece, è accomunata un’unica caratteristica: di acqua ne serve davvero poca!

Ci sono esemplari, poi, che si adattano molto bene anche alle zone più aride e altre che invece sono più sofferenti. Esistono specie che riescono a trattenere l’umidità senza perdere per strada le proprie foglie; queste piante grasse hanno il classico aspetto carnoso, indice che al loro interno le foglie sono piene d’acqua.

Anche i cactus, ovviamente, fanno parte della famiglia delle piante grasse, ma c’è un’importante differenza: i cactus hanno le spine al posto delle foglie. Questo vuol dire che la fotosintesi è un processo che in questo caso viene svolto dai gambi della pianta. Del resto, le piante grasse come i cactus crescono nelle zone più desertiche dell’America, anche se ormai si sono perfettamente adattate alla vita domestica.

Avevate le idee chiare e ora siete ancora più confusi? Niente paura, l’universo delle piante grasse è talmente ampio e variegato che ci vuole tempo per conoscere tutte le varietà e le specie presenti in natura. Un buon modo per farlo? Seguire i contenuti proposti da Guida Giardino, un portale dedicato al giardinaggio e al mondo di fiori, piante e coltivazione.

Il sito può soddisfare ogni vostra curiosità e aiutarvi a muovere i primi passi con la coltivazione delle vostre piante preferite, piante grasse comprese. Del resto, anche se hanno bisogno di poca acqua e sono piante a bassa manutenzione, avranno pur diritto anche loro a cure e attenzioni. O no?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *