Consigli utili per la scelta della fotocamera

Scegliere la macchina fotografica mette gli appassionati di fronte ad una decisione difficile. Sono tante le tipologie presenti sul mercato, e ognuna di esse si caratterizza per alcune peculiarità. Reflex, compatte, bridge, mirrorless: ad ogni tasca e per ogni esigenza si aprono tante possibilità e molte valutazioni da fare. In questo articolo proviamo a decifrare gli ultimi trend di mercato relativi alle macchine fotografiche digitali. E lo facciamo trattando da vicino alcuni parametri. Nello specifico ci concentriamo sulle fotocamere reflex senza tralasciare le altre tipologie: analizziamo quindi qualità e obiettivi in relazione alle fasce di prezzo e all’esperienza di ognuno. Se dovete fare un regalo o soddisfare la vostra vena artistica seguite queste indicazioni.

Le fotocamere reflex

La fotocamera reflex digitale è diventata negli ultimi anni un must anche per chi compie i primi passi nel mondo della fotografia. Questo perché consente di ottenere un buon obiettivo rispettando il compromesso qualità-prezzo. Tra le reflex di fascia più economica di recente uscita citiamo la Canon EOS 1300D. Dotata di un processore Digic 4+ e di un sensore APS-C da 18 megapixel, questa fotocamera è in grado di garantire le funzioni di base come ad esempio la possibilità di girare video in full HD fino a 30 fps. Con una spesa di circa 300 euro ci si può assicurare questo modello, utile soprattutto per chi è alle prime armi.

Salendo un po’ di livello troviamo invece le reflex di fascia media.

Qui cambiano le prospettive sia dal punto di vista delle funzionalità che per quanto riguarda l’esborso economico.

Chi ha già una buona dimestichezza con la fotografia di un certo tipo non dovrebbe trascurare la Nikon D5600 o la Canon EOS 80D.

La prima è fornita di processore Expeed 4 integrato da un sensore Aps-c da 24 megapixel e video full HD che viaggiano a 60 fps. Il prezzo si aggira sui 650 euro. Con la seconda invece saliamo ulteriormente di prezzo (circa 900 euro), anche perché parliamo di uno dei prodotti più conosciuti di Canon. Questa fotocamera presenta un processore Digic 6 con fotocamera provvista di sensore da 24,2 megapixel che garantisce scatti tra i 100 e 16000 iso.

Per un investimento più corposo e duraturo nel tempo invece, il consiglio è quello di puntare su modelli prosumer. E allora per questa fascia citiamo la Nikon D500 o la Canon EOS 5 D Mark IV. In questo caso parliamo di prezzi che vanno da 1500 a 2500 euro, ma anche la qualità di scatti e video aumenta sensibilmente.

Fotocamere compatte

Le fotocamere compatte di bassa fascia stanno perdendo un po’ di terreno nel mercato, a causa dell’avvento di smartphone che hanno un comparto foto e video sempre migliore. Tuttavia ce ne sono alcune che con un prezzo contenuto conservano ancora una qualità maggiore, come ad esempio la Cyber Shot W830 di Sony, disponibile a circa 100 euro o la Nikon Coolpix 100 il cui costo si aggira sulle 150 euro. Ad un livello più alto invece troviamo la Canon Power shot sx 720 hs, che offre un buono zoom e un sensore di qualità. Qui la spesa non è inferiore ai 300 euro.

Le fotocamere compatte professionali invece resistono ancora grazie al loro connubio tra qualità e portabilità. In questo caso la spesa può variare dai 300 fino ai circa 1000 euro: le funzioni sono tante, così come anche la comodità di avere macchine fotografiche così versatili.

Fotocamere mirrorless e bridge

Anche le fotocamere con lenti intercambiabili (mirrorless) o quelle ad obiettivo fisso e superzoom (bridge) hanno un mercato caratterizzato da diversi livelli. Si va anche qui da prodotti che partono dai 300 euro circa fino ad una spesa che può arrivare anche oltre i 2000 euro. Le specifiche tecniche di queste fotocamere concentrano perlopiù sulla qualità dell’immagine e sugli obiettivi, vale a dire gli aspetti più tradizionali della fotografia.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *